Image

Parco dei Lagoni di Mercurago

Il sito archeologico riscoperto è datato all'Età del Bronzo. L'area è protetta dalla fine del 1980, anno in cui è stato istituito il Parco dei lagoni di Mercurago su iniziativa pubblica. Il Parco è oggi un sito Unesco riconosciuto.

A pochi chilometri di distanza dal Comune di Arona, ubicata tra le verdi colline moreniche che affiancano il Lago Maggiore, vi invitiamo a visitare il Parco dei Lagoni di Mercurago.

Quest’area perlopiù boschiva, che comprende anche le torbiere di Mercurago, ha mantenuto intatte nel tempo alcune zone da sempre destinate a pascolo per l’allevamento dei cavalli. Il sito inoltre è un importante insediamento preistorico, risalente all’età del bronzo, ed archeologico, essendo state rinvenute al suo interno alcune domus romanae. Dal 1980 quest’area è protetta come Parco dei Lagoni di Mercurago ed è gestita, oltre che dalle Riserve di Fondotoce e dei Canneti di Dormelletto, anche dall’Ente Parchi del Lago Maggiore.

Nel parco ci sono numerosi sentieri tematici tracciati per consentire ai visitatori di ammirare i molteplici aspetti della natura (come i boschi e le zone umide) oppure le opere eseguite dall’uomo. Si possono incontrare anche tante specie di uccelli migratori, attratti dalla presenza di stagni e torbiere. Importante nota è in ultimo costituita dal fatto che, nell’area del Parco, è stata rinvenuta una particolare specie di fungo: il Crepidotus roseoornatus, unico esemplare presente nel mondo.
 
 

Contatti

Via Gattico, 6
28041 - Arona (NO)
Tel.: 0039 0321 517 706