Image

Museo Archeologico "Paolo Giovio" e Storico "G. Garibaldi"

Il Museo Archeologico raccoglie reperti che datano dal Paleolitico all’epoca romana, provenienti da scavi locali. Completano l’esposizione un ricco lapidario e la sezione dedicata al collezionismo dell’Ottocento, tra cui la raccolta egizia.

Al museo fa capo anche il Laboratorio di Archeobiologia, che si dedica allo studio dei reperti vegetali e animali e dei resti umani provenienti dagli scavi archeologici. Il Museo Storico è articolato nelle sezioni Risorgimento, Storia contemporanea, Etnografia e Quadreria.


Sulle pendici delle colline fra Breccia e San Fermo sorgeva la città che i Romani di Marco Claudio Marcello conquistarono nel 196 a. C. dopo aver vinto in battaglia i Galli Insubri alleati con i Comensi. Ma è solo un secolo dopo, in seguito a un’incursione dei Reti che aveva causato la distruzione di Como nell’89-90 a.C., che i Romani decisero di ricostruire l’abitato in prossimità del lago bonificando il fondovalle.

Nasce così Novo Comum. La nuova città presenta il classico impianto urbanistico romano, con il reticolo di strade ad angolo retto e solide mura su ogni lato. Un impianto che in parte è riconoscibile ancor oggi nel centro storico.

Como diventa capoluogo di un vasto territorio, sede di un prefetto e base di una flotta navale.

Lo sviluppo di Como romana è documentato dalla ricca collezione del Museo Archeologico Paolo Giovio, dalle otto colonne di marmo cipollino reimpiegate nel portico del Liceo Volta, dai vari tratti di mura della cinta urbana (I sec. D.C.) e dai resti della Porta Praetoria (II-III sec. D.C.) visibili nei sotterranei della scuola in via C. Cantù n.61.

Fuori mura sono da segnalare tra viale Lecco e via Dante i muri di fondazione delle Terme (cosiddette Pliniane) e fra le vie Zezio e Tommaso Grossi i resti di una grande villa che risalgono al II sec. D.C.

Orario di apertura:
Martedi-Sabato: 9.30-12.30/14.00-17.00
Domenica: 10.00-13.00
Mercoledì orario continuato: 9.30-17.00
Lunedì chiuso
 
 

Contatti

Piazza Medaglie d'Oro 1
22100 Como
Tel.: 0039 031 252550
Fax: 0039 031 268053