Image

Chiostro di Voltorre

A Gavirate si trova il delizioso Chiostro di Voltorre, che ha origini medievali. Al suo sorgere esso era insito in un complesso monastico benedettino allora fiorente, quello di Voltorre, che dal XII secolo era alle dipendenze della potente Abbazia di Fruttuaria.

La prima menzione relativa ad una Chiesa di Voltorre risale ad un codice del 1154 (un privilegio pontificio), mentre in realtà la chiesa era dedicata a San Michele, il cui culto diffusissimo in epoca ed in aree di dominazione longobarda, fa presupporre una costruzione del tempio antecedente alla data riportata sul codice.
Di questo primo edificio rimangono alcuni resti che permettono di rilevare la presenza di due absidi del V e VI secolo. Su di esso venne eretta verosimilmente poi la Chiesa romanica, nel XI secolo, mentre il Campanile, di forma quadrangolare è fatto risalire al XII secolo.
La parte maggiore dell’intero complesso rimasto è occupata dal Chiostro posto dietro la Chiesa realizzato nel XII secolo da Lanfranco da Ligurno.

La chiesa venne ampliata tra il ‘600 e il ‘700, e dotata di una cappella, il tutto in stile barocco. In seguito all’abolizione degli ordini monastici, con l’epoca rivoluzionaria, Il complesso di Voltorre venne frazionato e destinato a vari usi, anche privati.

Solo alla fine dell’800 si iniziò un lento recupero degli edifici, che fu bruscamente interrotto nel 1913 da un incendio. Il recupero venne ripreso negli anni ‘30 e culminò con l’acquisizione da parte della Provincia di Varese, nel 1954, di una porzione del monumento, al quale venne aggiunta la parte demaniale negli anni ‘70.

Al giorno d’oggi il Chiostro è divenuto sede espositiva ed è completamente restaurato e visitabile.
 
 

Contatti

Gavirate
Ufficio IAT Varese
Piazza Monte Grappa 5
Varese
Tel.: +39 0332 281913